Pescara Vecchia: storia, cultura e divertimento

Pescara Vecchia: storia, cultura e divertimento

Pescara Vecchia: storia, cultura e divertimento

Ce n'è per tutti i gusti in Via delle Caserme e Corso Manthoné: il giorno lo dedichiamo a un po' di sana cultura e la sera ci lasciamo andare a dell'altrettanto sano divertimento!

I bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale hanno lasciato una grande ferita nella città, ma Pescara Vecchia rimane un gioiellino della storia del '900 e oggi anche del divertimento notturno.

Attraverso poche righe, vi faremo passeggiare per le vie di Pescara Vecchia:

Vi trovate su Viale Marconi, all'inizio di Piazza Unione, dove incontrate il busto di Ennio Flaiano, giornalista, scrittore, critico cinematografico ma soprattutto sceneggiatore per i maggiori film di Federico Fellini. Nato a Pescara all'inizio del '900, è stato un po' oscurato dall'immagine del Poeta Vate Gabriele D'annunzio, ma è stato altrettanto grande. Girandovi di spalle al monumento, verso il Ponte Risorgimento, potrete scorgere l'arte di un altro grande di Pescara, Andrea Cascella, autore dei piloni con bassorilievi in bronzo presenti agli angoli del ponte.

A destra della statua di Flaiano, su Via delle Caserme, incontrerete il Museo delle Genti d'Abruzzo. Lì conoscerete tutta la storia e le antiche tradizioni regionali, l'enogastronomia e l'artigianato. Non solo, troverete una fornitissima biblioteca, un centro didattico e una fototeca. E assisterete a numerosi eventi. Alla fine di Via delle Caserme, voltatevi a sinistra e, prima di imboccare Corso Manthoné, dove nacque Ennio Flaiano al civico 37, potrete visitare la Casa Natale di Gabriele D'Annunzio.

Subito dopo la casa-museo, vi trovate su Piazza Garibaldi, dove Pietro Cascella ha realizzato il monumento ai caduti, composto da un lato da un groviglio di macerie ed esseri umani, in ricordo dei bombardamenti della guerra; dall'altra un totem, che rappresenta la sua successiva ricostruzione.

Dopo la piazza, su Via D'Annunzio, si entra nella Cattedrale di San Cetteo (foto di anteprima), patrono di Pescara, fortemente voluta da Gabriele D'Annunzio per la sepoltura della madre, Luisa De Benedictis, di cui troverete la tomba all'interno della Chiesa. La chiesa di San Cetteo era stata realizzata con l'istituzione della Provincia di Pescara, nel 1927. Parzialmente distrutta durante la guerra, fu ricostruita nella zona attuale. Attraversando la strada potrete ammirare i resti della vecchia costruzione.

Di rilievo all'interno della cattedrale troverete un dipinto attribuito al Guercino, che raffigura San Francesco D'Assisi e un organo a canne dorate, uno dei più famosi in Abruzzo.

Il giro termina in Piazza Alessandrini, all'inizio di Via Conte di Ruvo, dove conoscerete la storia del cinema e dell'audiovisivo, all'interno del Mediamuseum, che potrete visitare tutti i giorni dalle 10:30 alle 12:30 e dalle 17 alle 19. Per gli eventi in programma potete visitare il sito del museo.

Dopo questo bel giro potete scegliere uno dei tanti locali di Corso Manthoné e Via delle Caserme, per un aperitivo, una cena tipica e un dopocena tra musica e divertimento.

Richiedete in reception una cartina della città e sarete pronti per il tour. 


Indietro

Contattateci per un preventivo personalizzato!


Per informazioni, potete contattarci ai nostri recapiti di seguito
o compilando il form di richieste cliccando qui.