Borghi: San Vito Chietino

Borghi: San Vito Chietino

Borghi: San Vito Chietino

Partiamo alla scoperta del paese che racchiude in sé la magia del piccolo borgo sul mare. 

Costruito su uno sperone roccioso che guarda il mare, il paesino di San Vito sorge in provincia di Chieti. Oltre al panorama mozzafiato sul mare Adriatico, dall'alto della città vecchia si possono ammirare scorci sul Parco Nazionale della Majella.

Nel centro storico, a 120 metri s.l.m., è possibile fermarsi ad osservare il meraviglioso paesaggio: percorrendo Corso Trento e Trieste, si giunge alla Chiesa di San Francesco, dietro la quale si apre il Belvedere Guglielmo Marconi, con le sue panchine rivolte verso il panorama.Su Corso Matteotti si trova l'importante chiesa parrocchiale dell’Immacolata Concezione, del XIX secolo, con facciata e scalinata in travertino. Al suo interno sono conservate delle opere di oreficeria del XV secolo.

Ma le costruzioni più importanti che troverete a San Vito sono senz'altro i Trabocchi, simbolo della costa adriatica che percorre l'Abruzzo, denominata non a caso Costa dei Trabocchi. Queste costruzioni sono delle antiche macchine da pesca simili a palafitte, dove un tempo abitavano le famiglie dei pescatori. Oggi la maggior parte di queste antiche macchine è adibita a ristorante: prenotando in anticipo potrete gustare pesce fresco a pranzo e a cena, sospesi sul mare. Oppure scendere sulla spiaggia sassosa a fare un bagno nell’acqua trasparente dell’Adriatico,  all'ombra dei trabocchi.

Dal centro storico, scendendo verso il mare, il blu dell’Adriatico compare ad ogni curva, e vi accompagna fino ad arrivare nella frazione di San Vito Marina, località balneare che negli ultimi anni è sempre più frequentata da turisti italiani e stranieri. San Vito Marina fa innamorare di sé perché qui si respira un’aria particolare: ci si immerge in un’atmosfera che ricorda i piccoli villaggi balneari dove il tempo si ferma, ci si dimentica del caos quotidiano e per star bene basta l’odore del mare, il sapore del pesce che si può gustare nei chioschetti lungo la strada e una passeggiata sul molo di San Vito.

Un locale storico in cui fare tappa è l’antica gelateria Copa de Dora, attiva dal 1940 e dove è d’obbligo fermarsi per rinfrescarsi dopo una lunga giornata di mare, assaporando i suoi intramontabili gelati. Lasciandosi Copa de Dora a destra e proseguendo sulla Nazionale Adriatica, incontrerete i tanto attesi trabocchi.

Proseguendo verso sud, si giunge in Località Portelle, dove si nasconde un altro simbolo della storia abruzzese: l'Eremo Dannunziano. Un antico casolare situato su un promontorio della costa dei trabocchi, da cui si apre un suggestivo paesaggio. Durante l’estate del 1889, è qui che il poeta vate iniziò a scrivere Il Trionfo della Morte. Ed è qui che sono conservate le spoglie di Barbara Leoni, sua amante che visse insieme all’amato in quella casa, per un breve periodo. 

Non esitate a chiedere maggiori indicazioni al nostro personale alla Reception. Sarà un piacere indirizzarvi verso un angolo magico d'Abruzzo.

 
Foto di Copertina: www.ilgiornaledelcibo.it

 

 


Indietro

Contattateci per un preventivo personalizzato!


Per informazioni, potete contattarci ai nostri recapiti di seguito
o compilando il form di richieste cliccando qui.