I Borghi: Serramonacesca

I Borghi: Serramonacesca

I Borghi: Serramonacesca

Un itinerario unico per conoscere la storia, l'arte e la natura in Abruzzo, alle porte del Parco Nazionale della Majella. Seguiteci!

Il suggestivo borgo di Serramonacesca sorge a 280 mt s.l.m., nella parte settentrionale della Majella, poco distante dalle sorgenti del Fiume Alento.

Il significato del nome, facilmente intuibile, è "serra dei monaci".Ad appena 2 km dal centro storico infatti sorge l'Abbazia benedettina di San Liberatore a Majella, una delle maggiori chiese medievali della regione.

E' lei infatti a riempire la scena con la sua maestosità: esternamente si presenta con una facciata bianca affiancata da un alto campanile a pianta quadrata, databile al primo trentennio del XII secolo. All'interno della chiesa potete ammirare parte del pavimento a mosaico e alcuni brani di affreschi, tutto risalente al XIII secolo. Secondo alcuni sembra fosse esistente già nel VIII secolo. Recuperata dal degrado nel 1967, attualmente è una delle mete preferite per cerimonie e matrimoni.

Dopo aver visitato la chiesa e aver fatto una passeggiata nel prato cirostante, dirigetevi verso il corso del Fiume Alento, ben segnalato da un cartello a sinistra della facciata dell'abbazia. Lungo il sentiero il fiume ha modellato le rocce su cui scorre: tratti sotterranei si alternano a piccole cascate.

Attraversato il fiume su un ponticello, se ne risale il corso giungendo, in pochi minuti, alla radura delle Tombe Rupestri: una parete lunga circa 20 metri in cui sono collocate tre tombe scavate nella roccia, una piccola nicchia e una cappellina, utilizzate probabilmente nel X secolo, rimaste in seguito luogo di culto dedicato a San Giovanni. Proseguendo, salirete dei gradini che portano ad un podio, dietro il quale sono visibili resti di affreschi. Da lì si può decidere se tornare all'Abbazia o proseguire fino all'Area Faunistica del Capriolo, che comunque non dista molto dalla chiesa.

Dal Fiume Alento potrete altrimenti giugere, attraverso un sentiero di 1km, ai ruderi del borgo fortificato di Polegra di cui rimane una torre di forma circolare, di origine longobarda, e tratti di cinta muraria. 

Tornando verso Serramonacesca, incontrerete un sentiero da percorrere a piedi che vi porterà alle rovine di Castel Menardo, che dominano la valle dell'Alento. Di origine medievale, costruito tra il XII e XIV secolo a difesa di San Liberatore, ebbe vita breve, distrutta già alla fine del XV secolo.

Ma il nostro itinerario non termina quì: oltre un sentiero roccioso, Serramonacesca cela il luogo di ritiro dei monaci benedettini, l'Eremo di Sant'Onofrio. Visto però che una parte del nostro blog è interamente dedicata agli eremi, noi non vi sveliamo nient'altro. Seguite i nostri viaggi e vi porteremo fino all'Eremo benedettino.

Come si arriva a Serramonacesca: A25 Roma-Pescara, uscita Alanno-Scafa, quindi SS5 direzione Pescara/Chieti, quindi a sinistra per Manoppello. Da qui indicazioni per Serramonacesca. Quindi, indicazioni per “San Liberatore” (circa 2 km da Serramonacesca). (Source: www.planetmountain.com)

 Orari di apertura dell'Abbazia di San Liberatore a Majella: dalle ore 10:00 alle 13:30 e dalle ore 15:30 alle 19:30.

Giorni di apertura dell'Abbazia:

  • Lunedì di Pasqua

  • 25 Aprile

  • 1° Maggio

  • Maggio e Giugno, sabato domenica e festivi

  • Luglio e Agosto, tutti i giorni ad eccezione del lunedì

  • Settembre e Ottobre, sabato domenica e festivi

  • 1 Novembre

 

 


Indietro

Contattateci per un preventivo personalizzato!


Per informazioni, potete contattarci ai nostri recapiti di seguito
o compilando il form di richieste cliccando qui.